Vienna torna ad essere la città più vivibile del mondo

di Davide Rubicone 15 visite

La capitale ucraina Kiev non è stata inclusa quest'anno dopo l'invasione del Paese da parte della Russia a fine febbraio, mentre le città russe di Mosca e San Pietroburgo sono scese nella classifica a causa della "censura" e dell'impatto delle sanzioni occidentali.

Vienna ha strappato il primo posto ad Auckland, che è scivolata al 34° posto a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di coronavirus, secondo il rapporto dell'Economist Intelligence Unit (EIU).

"Vienna, scivolata al 12° posto della nostra classifica all'inizio del 2021 a causa della chiusura di musei e ristoranti, è poi risalita al primo posto, posizione che ha mantenuto nel 2018 e nel 2019", si legge.

"La stabilità e le buone infrastrutture sono le principali attrattive della città per i suoi abitanti, supportate da una buona assistenza sanitaria e da numerose opportunità di cultura e intrattenimento".

L'Europa vanta sei delle prime dieci città.

La capitale austriaca è seguita dalla capitale danese Copenaghen e dalla svizzera Zurigo. La città svizzera Ginevra si è classificata sesta, la tedesca Francoforte settima e l'olandese Amsterdam nona.

Anche il Canada ha ottenuto buoni risultati.

Calgary si è piazzata al terzo posto, seguita da Vancouver al quinto e Toronto all'ottavo.

La giapponese Osaka e l'australiana Melbourne hanno condiviso il decimo posto.

La capitale francese Parigi si è classificata al 19° posto, con un aumento di 23 posizioni rispetto all'anno scorso.

La capitale belga Bruxelles si è piazzata al 24° posto, subito dopo la canadese Montreal.

La capitale del Regno Unito, Londra, si è classificata al 33° posto tra le città più vivibili al mondo, mentre le spagnole Barcellona e Madrid si sono classificate rispettivamente al 35° e al 43° posto.

L'italiana Milano si è classificata al 49° posto, la statunitense New York al 51° e la cinese Pechino al 71°.

La capitale libanese Beirut, devastata dall'esplosione di un porto nel 2020 e alle prese con una crisi finanziaria paralizzante, non è stata inclusa nella classifica delle destinazioni commerciali.

Nemmeno la capitale ucraina Kyiv, dopo che l'invasione russa del 24 febbraio ha costretto l'EIU a interrompere il suo sondaggio sulla città.

La capitale russa Mosca ha visto la sua classifica di vivibilità scendere di 15 posizioni, mentre San Pietroburgo è scivolata di 13 posizioni.

"L'aumento della censura accompagna il conflitto in corso", si legge nel rapporto.

"Le città russe sono inoltre soggette a restrizioni culturali e ambientali a causa delle sanzioni economiche occidentali".

Altre città dell'Europa orientale sono state considerate meno stabili a seguito delle "crescenti tensioni diplomatiche" dovute alla guerra in Ucraina.

La capitale della Siria, Damasco, ha mantenuto il suo posto di città meno vivibile del pianeta.