La prossima grande tendenza dei telefoni? La nostalgia.

di Davide Rubicone 78 visite

Se l'anno scorso mi aveste detto che il Mobile World Congress - il più importante evento dell'anno per il settore della telefonia mobile, a parte il lancio dell'iPhone - sarebbe stato dominato da Nokia e BlackBerry, vi avrei insultato!

Ma è esattamente quello che sta accadendo, e non è solo per l'assenza del Galaxy S8 di Samsung, la cui data di lancio è stata spostata a fine marzo. C'è la sensazione che gli utenti siano stufi degli smartphone con schermo grande e che consumano la batteria e che vogliano qualcosa di diverso.

Prendiamo ad esempio il KEYone di BlackBerry. Si tratta di uno smartphone Android con tastiera fisica e, se qualche anno fa questa serie di caratteristiche lo avrebbe fatto immediatamente passare in secondo piano (come dimostra l'ormai inesistente quota di mercato di BlackBerry), quest'anno è il telefono che si distingue. Il nostro articolo su questo telefono è stato condiviso più di ogni altra notizia del MWC di quest'anno, e abbiamo potuto constatare l'interesse in prima persona all'evento BlackBerry di Barcellona, che ha anche generato tonnellate di rumore sui social media.

Un commentatore su Facebook ha espresso bene il concetto: "Di tutti i telefoni che ho posseduto, BB è stato uno dei migliori! È durato per sempre! Non sono assolutamente un seguace, quindi non mi interessa avere un telefono che hanno tutti gli altri... Non vedo l'ora", ha scritto in risposta al nostro post.

Sì, tutti gli altri hanno uno smartphone con un grande schermo e, visivamente, non molto altro. Questo è ottimo dal punto di vista dell'usabilità, ma se si vuole distinguersi dalla massa, è necessario un tipo di dispositivo diverso, e BlackBerry KEYone fa al caso nostro. E non dimentichiamo che è ottimo per digitare messaggi ed e-mail.

Un altro esempio è il rilancio del Nokia 3310 di HMD. Questo telefono era famoso nei primi anni '80 per essere robusto, duraturo e affidabile. E tutto ciò che abbiamo scritto sul suo ritorno ha generato molto interesse.

Probabilmente Nokia voleva che il mondo si concentrasse principalmente sui suoi smartphone Android. Ma quando hanno fatto entrare i giornalisti nello showroom dopo un evento a Barcellona, indovinate qual è stato il telefono più difficile da raggiungere? Esatto, il 3310.

Il Nokia 3310 non è un dispositivo per un moderno uomo d'affari e nemmeno per un utente occasionale. Ma la gente è entusiasta della lunga durata della batteria, del look retrò e del fatto che si tratta semplicemente di un telefono che non è uno smartphone. A 49 euro al pezzo, scommetto che venderà come un matto.

L'esigenza di un secondo telefono - un telefono lontano dal telefono - ha creato un intero nuovo pane di featurephone; o, per meglio dire, di telefoni senza funzioni. Due esempi sono il telefono ultraeconomico Talkase T3, che abbiamo trovato anche al MWC di quest'anno, e il telefono Light, lanciato su Kickstart, che esistono entrambi per uno scopo specifico: darvi un po' di riposo dallo schermo del vostro smartphone.

Il nuovo Nokia 3310 offre proprio questo, oltre a un tocco di nostalgia per i giorni passati.

Quest'anno al MWC sono stati presentati molti smartphone, e non fraintendetemi: i feature phone non li stanno sostituendo. Sono entusiasta, e lo sono anche molti dei nostri lettori, del prossimo Galaxy S8 e dell'iPhone 8 (se si chiamerà così) e dei loro schermi enormi, dei nuovi potenti processori e delle loro innumerevoli funzioni.

Ma dopo quindici anni nella terra degli smartphone (l'iPhone originale è stato lanciato nel 2007), voglio qualcosa di diverso, anche se solo per i momenti in cui sono lontano dallo smartphone. È del tutto possibile che il prossimo telefono che acquisterò costerà solo il prezzo di qualche giro di birra e avrà una tastiera fisica. Lo porterò con orgoglio.