Un Peso sano

di Davide Rubicone 36 visite

Mantenere, non aumentare

Mantenere un peso sano è importante per la salute. Oltre a ridurre il rischio di malattie cardiache, ictus, diabete e pressione alta, può anche ridurre il rischio di diversi tipi di cancro.

Muoversi di più, mangiare di meno. Spegnere la televisione e saltare le bevande zuccherate sono due modi per iniziare.

Il peso, il girovita e la quantità di peso acquisita a partire dai 20 anni possono avere serie implicazioni per la salute. Questi fattori possono influenzare fortemente le probabilità di sviluppare le seguenti malattie e condizioni:

  • Apnea notturna
  • Artrite
  • Asma
  • Calcoli biliari
  • Cancro
  • Cataratta
  • Diabete
  • Infertilità
  • Malattie cardiovascolari, infarto, ictus
  • Russare

Se il vostro peso rientra nell'intervallo salutare e non supera di più di 5 chili quello che pesavate quando avete compiuto 21 anni, concentratevi sul mantenimento di questo peso facendo attenzione a ciò che mangiate e all'esercizio fisico.

Poiché la maggior parte degli adulti di età compresa tra i 18 e i 49 anni ingrassa di 1-2 chili all'anno, la prevenzione dell'aumento di peso dovrebbe essere una priorità. L'aumento di peso con l'età aumenta le probabilità di sviluppare una o più malattie croniche.

  • Nel Nurses' Health Study e nell'Health Professionals Follow-up Study, le donne e gli uomini di mezza età che avevano preso da 11 a 22 chili dopo i 20 anni avevano una probabilità fino a tre volte maggiore di sviluppare malattie cardiache, ipertensione, diabete di tipo 2 e calcoli biliari rispetto a coloro che avevano preso cinque chili o meno.
  • Coloro che avevano preso più di 22 chili avevano un rischio ancora maggiore di sviluppare queste malattie.
  • Un'altra analisi dei dati del Nurses' Health Study ha rilevato che l'aumento di peso in età adulta, anche dopo la menopausa, può aumentare il rischio di cancro al seno in postmenopausa.
  • È incoraggiante notare che per le donne che non avevano mai fatto uso di terapia ormonale sostitutiva, perdere peso dopo la menopausa - e mantenerlo - ha dimezzato il rischio di cancro al seno in postmenopausa.

Il sovrappeso riduce la mortalità?

Forse avrete visto nei notiziari uno studio che sostiene che il sovrappeso e l'obesità possono ridurre la mortalità, ma un gruppo di esperti ha discusso perché il pubblico non dovrebbe fare affidamento sui risultati di questi studi difettosi.

Il difetto principale di questo studio è che il gruppo dei normopeso, che ha mostrato un aumento del rischio di mortalità rispetto al gruppo dei sovrappeso, comprendeva un maggior numero di fumatori accaniti, pazienti affetti da cancro o da altre malattie che causano perdita di peso e anziani affetti da fragilità. Non è stata fatta alcuna distinzione tra queste persone normopeso non sane e gli individui sani e magri. I gruppi in sovrappeso e obesi sembravano avere un tasso di mortalità inferiore rispetto a questo mix di individui sani e molto malsani di peso normale, e questo difetto ha portato a conclusioni errate secondo cui il sovrappeso e l'obesità di grado 1 non comportano rischi e possono offrire una mortalità ridotta.

Quali sono le cause dell'aumento di peso?

La dieta: La quantità e la qualità degli alimenti della dieta hanno un forte impatto sul peso.

Geni: Alcune persone sono geneticamente predisposte a ingrassare più facilmente di altre o ad accumulare grasso intorno alla pancia.

I geni, tuttavia, non devono diventare un destino e gli studi suggeriscono che seguire una dieta sana, mantenersi attivi ed evitare abitudini malsane come il consumo di bevande gassate può prevenire la predisposizione genetica al rischio di obesità. (10)

Per saperne di più sul rischio genetico di obesità, consultare il sito Obesity Prevention Source.

Inattività fisica: L'esercizio fisico ha una serie di benefici per la salute, tra cui la riduzione delle probabilità di sviluppare malattie cardiache, alcuni tipi di cancro e altre malattie croniche. (11) L'attività fisica è un elemento chiave per il controllo del peso e della salute.

Il sonno: Le ricerche suggeriscono che esiste un legame tra quanto si dorme e quanto si pesa. In generale, i bambini e gli adulti che dormono troppo poco tendono a pesare di più di quelli che dormono abbastanza. (12, 13)

Ad esempio, nel Nurses' Health Study, i ricercatori hanno seguito circa 60.000 donne per 16 anni. All'inizio dello studio, tutte le donne erano sane e nessuna era obesa; 16 anni dopo, le donne che dormivano 5 ore o meno a notte avevano un rischio maggiore del 15% di diventare obese, rispetto a quelle che dormivano 7 ore a notte. Le donne che dormivano poco avevano anche il 30% di rischio in più di ingrassare nel corso dello studio, rispetto alle donne che dormivano 7 ore a notte.

Ci sono diversi modi in cui la privazione del sonno potrebbe aumentare le probabilità di diventare obesi.

  • Le persone private del sonno potrebbero essere troppo stanche per fare esercizio fisico, diminuendo così le "calorie bruciate" nell'equazione del cambiamento di peso.
  • Le persone che non dormono abbastanza possono assumere più calorie di quelle che dormono, semplicemente perché sono sveglie più a lungo e hanno più occasioni per mangiare.
  • La mancanza di sonno altera anche l'equilibrio degli ormoni chiave che controllano l'appetito, quindi le persone private del sonno possono avere più fame di quelle che riposano a sufficienza ogni notte.