Come accendere un barbecue

di Davide Rubicone 75 visite

Seguite i nostri semplici passaggi per ottenere il meglio dal vostro barbecue a carbonella. Scoprite come accendere il barbecue in modo sicuro, come disporre le braci e quando iniziare a cucinare.

Quando inizia l'estate, non c'è modo migliore di festeggiare che riunire la famiglia e gli amici per un barbecue. Se non sapete come accendere le braci o temete di bruciare gli spiedini, leggete i nostri consigli su come avviare un barbecue e su come capire quando le braci sono pronte per la cottura.

Consigli per un barbecue sicuro

Preparate il barbecue in uno spazio aperto

Il barbecue è un fuoco circoscritto, quindi è bene posizionarlo in uno spazio aperto, lontano da recinzioni o alberi. Tenete un estintore o un secchio d'acqua nelle vicinanze e tenete lontani bambini e animali domestici. Utilizzate pinze a manico lungo e attrezzature da barbecue adeguate con manici isolati, altrimenti rischiate di bruciarvi.

2. Acquistate carbonella di buona qualità

Cercate di acquistare carbonella di buona qualità prodotta in modo sostenibile: cercate quella ricavata da legname tagliato a cedro o da legno approvato dalla Commissione Forestale. Si accende facilmente, brucia meglio e non altera il sapore del cibo, a differenza dei carboni contenenti acceleranti.

3. Usate uno starter per camini

L'uso di uno di questi starter tubolari consente di accendere facilmente la carbonella con alcuni fogli di giornale: le braci si accendono e iniziano a bruciare in modo rapido e semplice. Inoltre, un camino protegge le braci (e voi) in caso di giornate ventose. Una volta che le braci sono pronte, si possono rovesciare in modo sicuro e semplice nel barbecue.

4. Se non avete un camino, disponete la carbonella in una pila.

Inserite tra i carboni dei fogli di giornale o degli accendifuoco naturali (come trucioli di legno o lana). Accendete la carta e gli accendifuoco e lasciate che le fiamme si accendano e si sviluppino con il loro tempo. Poi lasciatele spegnere di nuovo: con le fiamme otterrete solo cibo bruciato. Per cucinare servono carboni incandescenti.

Una volta accese alcune braci, le altre si accenderanno da sole, quindi non affrettate i tempi aggiungendo altri accendifuoco. Se il calore inizia a diminuire durante il barbecue, aggiungete delle braci all'esterno del barbecue e lasciatele ardere e spegnere prima di cucinarci sopra.

5. Sapere se è necessario un calore diretto o indiretto prima di iniziare a cucinare

Il modo in cui disponete le braci vi permetterà di ottenere zone di calore diverse e di avere un maggiore controllo sul vostro barbecue.

Se pensate al barbecue come a un piano di cottura, accendere uno strato uniforme di carbone equivale a cuocere tutto al massimo del calore nella padella più calda. Sebbene questo metodo diretto possa andare bene per i tagli di carne sottili che cuociono rapidamente (come gli hamburger e le bistecche a taglio sottile), cremerà tutto ciò che ha bisogno di più tempo per cuocere.

Spingete le braci su un lato del barbecue e lasciate libero l'altro lato per ottenere una gamma di temperature: usate il lato senza carbone per cuocere a calore indiretto. Le braci calde su un solo lato consentono inoltre di cucinare su una metà e di mantenere il cibo caldo sull'altra. Se avete un barbecue a bollitore, questa è una configurazione per la cottura indiretta e lenta di grandi pezzi di carne.

Il secondo metodo consiste nel posizionare un vecchio vassoio per arrosti al centro del barbecue e accatastare le braci intorno ad esso, quindi cuocere il cibo sulla griglia sopra il vassoio, sempre coperto dal coperchio. Il calore circola intorno al barbecue e si ottiene un effetto affumicatore/spiedo caldo.

La cottura indiretta è perfetta per le carni più grandi e con l'osso, come polli e agnelli. È ottima anche per le carni più delicate, come i filetti di pesce. Inoltre, consente di ottenere un po' di calore diretto nel punto in cui sono accatastate le braci, se si desidera rosolare rapidamente altri elementi. La cottura indiretta evita che i cibi si brucino.

Inclinando le braci si ottiene un gradiente di calore che va da un caldo bruciante a un leggero sfrigolio. Questo è utile quando si fa una grigliata per una folla: si può mantenere il ritmo da una parte e cucinare a pieno ritmo dall'altra.

6. Imparare a riconoscere quando la brace è pronta

Se cercate di cucinare qualcosa quando le braci non sono pronte, potreste cuocere troppo o bruciare: non è un rischio che vale la pena correre. Utilizzate la nostra guida ai codici colore per decidere quando iniziare a cuocere il cibo:

Nero o grigio con fiamme: Non è ancora pronto. Allontanatevi, bevete una birra e rilassatevi.

Bianco incandescente con il centro rosso (soffiare molto delicatamente per controllare): Pronto per il calore diretto.

Bianco cenere ma ancora molto caldo: Pronto per il calore indiretto o per la cottura nella brace.

7. Utilizzare un termometro

Verificare la temperatura degli alimenti aiuta a prevenire i disastri. A noi piacciono i Thermapens, che hanno una sonda di temperatura che si può ripiegare per essere conservata nel cassetto delle posate.