Loading...
Assorel

Comunicazione per la valorizzazione del patrimonio Culturale, Territoriale e Ambientale


Innovatori dal 1800


 

SOCIETÀ

Dompé Farmaceutici


 

STRATEGIA - IDEA DISTINTIVA

Dall'apertura della prima farmacia in Piazza della Scala a Milano alla fine del 1800 fino allo sviluppo di farmaci biotecnologici per le patologie rare, Dompé esemplifica l'evoluzione dell'industria farmaceutica come la conosciamo oggi.
Questa lunga storia ha lasciato ampie tracce negli archivi dell'azienda. Il progetto 'Innovatori dal 1800' valorizza per la prima volta questo patrimonio unico costituito da oltre 20.000 documenti che testimoniano la vita dell'azienda fino agli anni '70 del XX secolo: dai carteggi ai film per la formazione dei medici, dai bozzetti pubblicitari alle fotografie, fino alla prima sponsorizzazione delle Olimpiadi Invernali di Cortina del 1956. Ogni fase della storia italiana trova un riscontro nella storia di Dompé: il passaggio dalla bottega di speziale alla nascita della farmacia moderna, i bombardamenti dell'agosto '43 a Milano che distrussero gran parte dei laboratori di via San Martino, l'occupazione nazista e il Comitato di Liberazione Nazionale, la nascita della Repubblica, il boom economico e la crisi degli anni '70.

ATTIVITÀ/RISULTATI

Il progetto ha previsto una prima fase di riordino dei documenti per giungere all'elaborazione del primo inventario dell'archivio storico Dompé, oggi custodito in locali appositi presso la sede milanese. La successiva selezione di circa un centinaio di documenti e oggetti ha poi dato vita al Museo Dompé, oggi allestito nei locali della vecchia sede di via San Martino a Milano. Il museo sviluppa una narrazione sulla storia dell'azienda in quattro aree tematiche: le origini (seconda metà del XIX secolo), la nascita dei primi laboratori di produzione (1890-1940 circa), lo sviluppo industriale (1941 ai primi anni '70), la comunicazione (dal 1946 agli anni '60). Quest'ultima sezione, insieme a una selezione di fotografie d'epoca, offre la possibilità di rivedere vecchie pellicole prodotte dall'azienda per operazioni di marketing fortemente innovative. Oggi il museo è uno strumento che rafforza tanto la comunicazione interna (è aperto ai dipendenti) quanto quella esterna (con visite riservate agli ospiti dell'azienda). L'archivio potrà essere consultato da storici e ricercatori e sta già fornendo spunti e contenuti per la comunicazione istituzionale (ufficio stampa, social media, sito web).