Loading...
Assorel

Live Communication per la miglior valorizzazione di un evento in un progetto PR


Mitzi e i suoi ragazzi


 

CATEGORIA
Live Communication per la miglior valorizzazione di un evento in un progetto PR

SOCIETÀ

Andrea Polo


 

STRATEGIA - IDEA DISTINTIVA

Uno spettacolo teatrale fatto da bambini può diventare un evento mediatico tale da finire su testate nazionali e TG. Sì se ben comunicato e valorizzato. Per portare attenzione allo spettacolo C'era una volta il mare e favorire in questo modo la raccolta fondi ad esso legato si è puntato ad evidenziare la miscela, positivamente, esplosiva che può nascere da una energica signora di 82 anni con una lunga carriera nel mondo dello spettacolo, un gruppo di bambini entusiasti di età compresa fa i 6 e gli 11 anni e la voglia di rendere reale un sogno in cui, forse, solo loro credevano.

ATTIVITÀ/RISULTATI

Mitzi Amoroso è una cantante e compositrice che fra la fine degli anni '50 e i '60 ha lavorato con nomi di primo livello come Nat King Cole o Corrado Mantoni e che, negli anni '70, ha fondato uno dei più famosi cori di bambini, Le Mele Verdi, con cui ha inciso le sigle di cartoni animati che rimarranno nella storia, come i Barbapapà. La vita non sempre è stata generosa con Mitzi, che attraversa brutti periodi di depressione, ma decide di trasformare la sua esperienza in qualcosa di positivo. Nel 2015 mette insieme una compagnia di 14 bambini con cui, nel 2016, porta in scena un vero e proprio musical interamente recitato e cantato dal vivo dai piccoli attori del cast.
Grazie ad un'attività di ufficio stampa dedicata, che racconta la storia di Mitzi e dei suoi ragazzi, anche la stampa nazionale si appassiona allo spettacolo e quando il 12 novembre 2017 C'era una volta il mare fa il suo debutto, il teatro è in sold out.
I bambini, la loro energia, l'attenzione che la stampa dedica all'iniziativa e un massiccio passaparola, sia via social network sia tra gli spettatori, ne fanno uno degli spettacoli di maggior successo della stagione. Su 6 serate, ben 5 sono in sold out e nell'unica che non esaurisce i posti restano appena 4 sedute libere.
In 3 settimane escono 554 articoli e i quotidiani ne parlano 31 volte, arrivando all'incredibile readership di oltre 23 milioni di persone.
Mitzi e i suoi bambini riescono a raggiungere un traguardo insperato; nelle 6 serate si raccolgono oltre 7mila euro, ma non è tutto. L'entusiasmo dei bambini e di Mitzi e l'eco dello spettacolo arriva alle orecchie di un'importante casa di produzione, XTV, che appassionatasi alla storia decide di trasformarla in un corto cinematografico, ora in realizzazione e auspicabilmente presto sugli schermi.