Loading...
Assorel

Corporate Social Responsibility


Io non sclero


 

CLIENTE

Biogen

SOCIETÀ

Edelman


 

STRATEGIA - IDEA DISTINTIVA

''Ho cambiato lavoro, ho seguito un corso di ballo, ho preso un cane. Un domani spero di innamorarmi, di avere famiglia. Insomma, la sclerosi multipla mi caratterizza ma non è lei a decidere per me''
(Lucia Avanzini, 33 anni, paziente intervistata su F 15/01/14).

La sclerosi multipla è una malattia che colpisce in giovane età, intorno ai 20-40 anni, e che rende il futuro incerto. Le conversazioni che si trovano online mettono però in luce una realtà fatta di voglia di non mollare, nonostante gli ostacoli che si incontrano. Coraggio, tenacia, ma anche una buona dose di ironia, con i pazienti che sul web si chiamano tra loro 'gli sclerati':

''Buongiorno colleghi sclerati !!!!!!!!!!!!volete raccontarmi qualcosa?''

Su queste basi Biogen ha promosso IO NON SCLERO, una campagna di informazione e sensibilizzazione sulla sclerosi multipla per svelare il vero volto della SM in Italia. Edelman ha supportato Biogen, insieme all?Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), in collaborazione con l'Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) e con il patrocinio della Società Italiana di Neurologia (SIN), nell'ideazione e sviluppo di una campagna capace di rispondere ai bisogni dei pazienti e dei caregiver, facendo allo stesso tempo awareness sulla malattia. Emozionalità, necessità di spazi di condivisione sia online, sia offline e voglia di far sentire la propria voce sono emersi fin da subito come bisogni della community, diventando i pilastri sui quali sono state costruite le attività anno dopo anno. Una co-creazione di contenuti in continua evoluzione da 4 edizioni, per far luce sulla sclerosi multipla in Italia, rendendo i pazienti e i caregiver protagonisti del progetto e dando loro strumenti per far sentire la propria voce.

''Mi sento di far parte di una famiglia che come me, vive la SM sognando non solo vivendo''
''Noi siamo solo SUPEREROI!!! Cosa può saperne il mondo dei comuni mortali...''
''Con la mia malattia completamente diversa, sono stata ricoverata 7 mesi assieme a persone con questo problema, amici meravigliosi e positivi. Leggerò volentieri questo libro..''
''Letto...e mentre lo facevo tremavo per le emozioni che trasmetteva..siamo tanti piccoli mondi molto spesso lontani ma che hanno in comune tanta gioia di vivere e la grinta per affrontare il mondo!!!''

ATTIVITÀ/RISULTATI

Da subito IO NON SCLERO ha lasciato la parola ai pazienti, dando vita a un'iniziativa online che ha raccolto i progetti di pubblica utilità capaci di migliorare la vita dei pazienti con SM e ha aiutato poi il progetto vincitore a diventare realtà. La pagina Facebook è diventata ben presto luogo di condivisione di esperienze, dove il parlare della malattia e delle terapie lascia il posto allo scambio di storie. Per mostrare il vero volto della malattia, fatto di incertezza verso il futuro, ma soprattutto di coraggio, è stata ideata e realizzata una webserie in 6 episodi che racconta la storia di una donna comune, alle prese con la sua quotidianità, ma costretta a fare i conti con una scomoda compagna di vita, la SM.
L'affetto crescente della community ha fatto sì che i pazienti diventassero ancora più protagonisti di IO NON SCLERO. Nel 2015 una serie real-life in 7 episodi ha raccontato le storie vere di alcuni partecipanti all'iniziativa del 2014 e un e-book ha raccolto una selezione dei commenti arrivati su Facebook. L'anno successivo, la versione cartacea è stata distribuita gratuitamente in una selezione di librerie in tutta Italia. Il 2016 è stato anche l'anno in cui i pazienti - ci hanno messo la faccia -, inviando foto e video per raccontare la loro storia con SM, dai quali è nato l'episodio speciale di IO NON SCLERO fatto dai tanti volti di chi ogni giorno affronta la SM
La voglia di raccontarsi e condividere la propria storia sono ritornati al centro delle attività nel 2017. Lo storytelling è infatti il fil rouge dell'edizione attuale del progetto. Matteo Caccia, esperto di storytelling, ha aiutato la community di IO NON SCLERO a scrivere la propria testimonianza, condividendo in alcuni videotutorial alcuni consigli. Ma non esiste solo la dimensione online. Fin dall'inizio IO NON SCLERO ha voluto mostrare il vero volto della sclerosi multipla in tutta Italia, con attività capaci di intercettare i pazienti non solo nei luoghi 'tipici' della malattia, come i centri SM, ma anche quelli della vita quotidiana, come cinema e librerie. In occasione della Giornata mondiale della sclerosi multipla 2015 le persone hanno toccato con mano le attività di IO NON SCLERO, grazie a un grande evento organizzato a Milano.
Principali risultati:
- Oltre 80 storie pubblicate per l?iniziativa 2017
- Oltre 50 foto e video pubblicati per l'iniziativa 2016
- Oltre 100 commenti lasciati su Facebook per essere inclusi nell'e-book 2015
- 16 progetti candidati per l'iniziativa 2014
- Oltre 14 mila copie del libro cartaceo distribuite in 17 librerie
- 75 partecipanti all'evento 2015
- 57 mila visualizzazioni generate su Yahoo! Italia,
- 619 mila persone hanno visto trailer della prima web serie in 400 cinema italiani
- Oltre 76 mila follower alla pagina FB
- Oltre 181 mila visite al sito
Il premio ha vinto una menzione speciale al premio Assorel 2015, è entrato nella shortlist dei Cannes Lions 2015 ed è stato finalista ai Digital Communication Awards 2015.